giovedì 22 maggio 2014

Assumere regolarmente aspirine aumenta le possibilità di sopravvivenza per le donne malate di cancro al seno.

Un studio di alcuni ricercatori delle università di Harvard e Brigham, pubblicato sul Journal of Clinical Oncology nel 2010 http://go.shr.lc/1gUk82t , evidenzia che due aspirine alla settimana ridurrebbero tra il 64 e il 71% il rischio di morte per i pazienti affetti da tumore al seno, mentre il rischio di metastasi si abbasserebbe tra il 43 e il 60 per cento. I risultati dello studio, condotto su oltre 4.000 donne tra il 1976 e il 2002, potrebbero avere una significativa importanza clinica, sostengono gli autori della ricerca, in quanto si avrebbero effetti collaterali molto più lievi rispetto alla chemioterapia.
Ma le case farmaceutiche non sono interessate (l'aspirina è il primo farmaco generico ed ha un costo irrisorio) e non intendono accollarsi le decine di milioni di dollari dei trial clinici e delle ulteriori sperimentazioni. Altro articolo http://go.shr.lc/1jI07MO
Ma come mai che al "bene comune" non ci pensa proprio nessuno?