lunedì 4 agosto 2014

Morti a Refrontolo, ancora sfruttamento eccessivo del territorio?




Un piccolo e tranquillo ruscello che ho filmato due anni fa che, forse a causa dello sfruttamento del vigneto a scapito del bosco, dimostra ancora una volta che dobbiamo rispettare di più l'ambiente, prezioso dono delle generazioni che ci hanno preceduto.
Marzo 2013 - Articolo di Andrea De Polo su La Tribuna di Treviso http://goo.gl/9Xc62C
Ambientalisti sul piede di guerra: «Zaia come Attila» grida Wwf Altamarca; «Già troppi vigneti, così aggraviamo il rischio frane» incalza Andrea Zanoni, eurodeputato membro della Commissione Ambiente. Entrambi prevedono colline “piallate” per far posto ai vigneti, come sta già avvenendo nell’area del Molinetto, a Refrontolo, e in località Prapian, a Tarzo.........................................
Un primo giro di ricognizione, dopo l’annuncio di Bassi, ha svelato due casi eclatanti, destinati a ripetersi con la nuova legge. Il primo, in località Costa Bavera a Refrontolo, era stato oggetto di una protesta su Facebook dei ragazzi della zona un anno fa, che chiedevano lo stop all’abbattimento del bosco. Stop che non è mai arrivato, e oggi sull’intera collina sono già stati installati i pali di sostegno per i tralci. Anzi, sull’intera Costa Bavera si sono posati gli occhi di importanti cantine di Valdobbiadene, che hanno iniziato i primi movimenti di terreno. Altra collina piallata pochi chilometri più a sud, a Tarzo, all’imbocco di via Prapian.

 Molinetto della Croda - #Refrontolo (TV) Italy video del 27/08/2012