giovedì 10 agosto 2017

Albina Colella vince la causa con Eni (Davide batte Golia)


La Compagnia petrolifera aveva citato in giudizio la professoressa Colella per diffamazione chiedendole 5 milioni di euro per danni subiti. Il Tribunale di Roma giudica la domanda di Eni infondata e anche temeraria

Il Tribunale Ordinario di Roma, prima  Sezione Civile con sentenza del 19.07.2017 n. 15676/2017 ha dato ragione alla Prof. Albina Colella, docente all’Unibas, rigettando integralmente la richiesta di risarcimento danni per diffamazione promossa da Eni contro professoressa. La Società petrolifera è stata anche condannata per lite temeraria.
Il Tribunale ha così sancito la legittimità dell’informazione scientifica svolta negli anni da Albina Colella, Ordinario di Geologia dell’Università della Basilicata.
La vicenda trae origine dalla divulgazione dei risultati della ricerca scientifica della Prof. Colella, sulle acque sotterranee dei suoli agricoli nell’area di Contrada La Rossa di  Montemurro, a ridosso del pozzo di reiniezione di scarti petroliferi “Costa Molina 2” in Val d’Agri.
La diffusione di quei dati aveva indotto Eni ad intentare una causa per diffamazione contro la scienziata.
Il Tribunale di Roma nella sentenza che dà ragione alla Prof. Colella, afferma che “l’art. 21 della Costituzione, che in questa sede trova diretta applicazione, costituisce un pilastro dello stato democratico e della effettiva possibilità per il popolo di esercitare la propria sovranità essendo stato correttamente informato ed avendo potuto conoscere l’opinione degli esperti in relazione ad ogni settore di rilevante interesse sociale o pubblico”.
La Prof. Colella, nell’esprimere soddisfazione per la sentenza, ha dichiarato: “Si è fatta definitiva chiarezza sull’approccio scientifico che ho mantenuto sulla questione, e si è sancito il diritto dei lucani ad essere sempre informati in materia ambientale senza dover subire alcun limite  o condizione”.
#ambiente  #colella #eni #inquinamento #petrolio #basilicata  Fonte:
http://www.basilicata24.it/2017/08/albina-colella-unibas-vince-causa-eni-47599/


mercoledì 9 agosto 2017

Perchè condividere le foto su Maps


Foto di luoghi visitati su Maps: aiuta chi vuol vedere quei luoghi prima di andarci o chi non può viaggiare.
Pizzo Bel Vedere13/05/15
 418.592
400.000 visualizzazioni!
Questa foto è stata di aiuto ad altre persone più di 400.000 volte. Grazie per aver aggiunto questo splendido scatto su Google Maps.
VISUALIZZA LE TUE FOTO


Nuovi questa settimana
+28,3K
708.964 in totale
Nuove visualizzazioni delle tue foto


 RAGGIUNTE 4.000 VISUALIZZAZIONI
 RAGGIUNTE 3.000 VISUALIZZAZIONI


I tuoi contributi recenti
06/08/17


Il Posto Delle More Di Galletti NicolettaAgriturismo · 05/08/17
Luogo ideale dove gustare sapori locali. Le carni sono principalmente provenienti da animali liberi di pascolare nei campi.



Autodromo Enzo e Dino FerrariAutodromo · 03/08/17

Parrocchia S. Maria in MonticelliChiesa · 31/07/17



Assipunto SrlAgenzia di assicurazioni · 30/07/17
Professionalità, cortesia e risparmio, abbinamento perfetto!
 TerniMercato · 30/07/17



RAGGIUNTE 8.000 VISUALIZZAZIONI
RAGGIUNTE 7.000 VISUALIZZAZIONI

Parco dei PiniParco statale · 06/07/17

 19

 17

 10

Alcázar di SegoviaCastello · 30/06/17
Mancano le audiogude ed i volantini in lingua italiana.

 1

 1

 1
Palazzo Reale di MadridPalazzo · 30/06/17
Mancano le audiogude ed i volantini in lingua italiana.

 1

 1

 67


Continua l'ottimo lavoro
Clicca sul link sottostante per vedere il "badge" 
https://goo.gl/maps/4vKBTyysUJ82

Continua a esplorare,
Il team di Google Maps
Hai ricevuto questo messaggio perché hai scelto di ricevere email di Local Guides relative ai tuoi contributi.

Google Inc. 1600 Amphitheatre Pkwy Mountain View, CA 94043 USA